Formazione e Deontologia

Codice di Comportamento per Istruttori, Allenatori e Tecnici Sportivi

I coach e gli istruttori devono avere un alto grado di onestà, moralità e competenza. E devono comprendere appieno la responsabilità che implica il proprio ruolo: coach e istruttori non si limitano ad assicurare il divertimento, il benessere e il raggiungimento dei risultati ma devono essere dei modelli e degli esempi di vita, realizzando la loro funzione di educatori. Il Codice di Comportamento per gli Istruttori, Allenatori e Tecnici Sportivi indica le regole da seguire per un corretto insegnamento di qualsiasi disciplina sportiva.

Cause di esclusione dall’attività di insegnamento di una disciplina sportiva e di conseguimento, certificazione, iscrizione e rinnovo della qualifica, carica e ruolo di istruttore, allenatore e tecnico sportivo

Costituisce motivo di esclusione dall’esercizio dell’attività di insegnamento di una disciplina sportiva, dal conseguimento, dalla certificazione, dalla iscrizione e dal rinnovo della qualifica, carica e ruolo di istruttore, allenatore e tecnico sportivo, avere riportato negli ultimi dieci anni la condanna con sentenza definitiva o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile e la sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale per uno dei seguenti reati:

Presentazione del corso per coach, istruttori, tecnici, dirigenti, atleti, famiglie

Una corretta formazione deve tenere conto di ogni aspetto legato al tema degli abusi affrontando la questione alla radice. Il Cavallo Rosa ha elaborato un corso di formazione destinato ai coach, agli istruttori, ai dirigenti ma anche agli atleti e alle loro famiglie per realizzare una sinergia a tutela dei più piccoli, di chi non ha strumenti per difendersi, privati spesso del doveroso appoggio e del necessario ascolto di un mondo adulto che in tante occasioni, troppe, gira loro le spalle.

Chi è interessato ad acquisire la documentazione, può compilare il seguente form: